Amici della Musica di Padova – Bach secondo Richter


Ogni Lunedì, sul sito amicimusicapadova.org,sui nostri canali  Mixcloud Youtube pubblicheremo degli estratti dai più significativi concerti degli ultimi quarant’anni: grandi interpreti, programmi originali e innovativi, ascoltati allora a Padova saranno ri-proposti ora per la prima volta al nostro pubblico.

CALENDARIO
2020

#1: Nikita Magaloff (1987)  – scheda
#2: Paul Tortelier/Maria de la Pau (1989)- scheda
#3a: Beethoven250 (2000-2007) – per il compleanno di Ludwig
#3b: La Stagione Armonica (video 2013) – scheda
#4: Franco Gulli / Enrica Cavallo (1990) – scheda
2021
#5: Annie Fischer (1990) – scheda
#6: Trio Stradivari (2000) – scheda
#7: Gustav Leonhardt (2000) – scheda
#8: Alicia de Larrocha (2000) – scheda
#9: Roberto Cognazzo (2001) – scheda
#10: Shura Cherkassky (1989) – scheda
#11: Poppen/Schlichtig/Fischer-Dieskau (1999) – scheda
#12: Vlado Perlemuter (1984) – scheda
#13: Daniil Shtoda/Larissa Gergieva (2003) – scheda
#14: Sviatoslav Richter (1991) – scheda

PROSSIMAMENTE
15 marzo: Mozart a Padova (1771 – 2021)
22 marzo: Lazar Berman (1986)

Sviatoslav Richter: 16 gennaio 1991
Bach secondo Richter
Archivi Sonori #14

Amici della Musica di Padova
Auditorium Pollini


SVIATOSLAV RICHTER pianoforte

(registrazione del 16 gennaio 1991)

J. S. Bach
Suite inglese n. 3 in sol minore BWV 808
Gigue dalla Suite inglese n. 6 BWV 811 (bis)


Sviatoslav Richter (Žytomyr 20 marzo 1915 – Mosca 1 agosto 1997)
Le prime uscite dall’Unione Sovietica di Sviatoslav Richter furono relativamente tarde e i concerti, in Finlandia, ma soprattutto negli Stati Uniti nel 1960 furono eventi sensazionali, che crearono anche in Italia una grande aspettativa. Fu l’azione illumiata dell’impresaria milanese Emy Erede Moresco (1907-1988) e del suo ufficio (ORIA) a promuovere i contatti con il mondo culturale sovietico e a rendere possibili così i debutti italiani non solo di S.Richter, ma della Filarmonica di Leningrado con Evgheni Mrawinski, di Igor Moisseiev e di tanti altri artisti e ensembles.
 
Richter suonò a Firenze la prima volta al Teatro Comunale nel maggio 1962, poi nell’ottobre dello stesso anno a Milano. Una presenza, quella di Richter in Italia, che diverrà poi quasi abituale e assai cara al Maestro e alla sua inesausta ricerca del bello. 279 i concerti tenuti nell’arco di 32 anni, con presenze significative a Milano (33 concerti), Roma (28 concerti) e Firenze (27 concerti).

Cominciano così nel 1963 le presenze padovane di Sviatoslav Richter (otto in tutto) e Padova avrà il – triste – privilegio di essere la città italiana in cui Richter suonò in recital (per gli Amici della Musica) per l’ultima volta nel dicembre 1994. Un concerto che si sarebbe dovuto tenere il 29 settembre e che fu annullato per ragioni di salute e che Richter volle a tutti i costi recuperare entro il 1994, per raggiungere così il numero minimo di concerti che ogni anno si prefiggeva.

Dal 1963 al 1994 il pubblico padovano (non solo quello degli Amici della Musica ma anche quello de I Solisti Veneti e dell’Orchestra da camera di Padova e del Veneto) ebbe il privilegio di poter ascoltare Richter alla Sala dei Giganti, al Teatro Verdi, all’Auditorium Pollini e nella Chiesa degli Eremitani, in repertori assai diversi (Beethoven soprattutto e Chopin, ma anche Mozart, Schumann, Caikovskij, Rachmaninov, Bach, Haydn, Weber) e in periodi diversi della sua vita artistica: negli anni ’60 e ’70, cui seguì un drastico cambiamento negli anni ’80, quando Richter decise di esplorare nuovi repertori e di suonare con lo spartito.

Fu così anche a Padova, dal concerto del 1983 per il quale Richter stesso fece pubblicare sul programma di sala una sua nota (“perchè non suono senza spartito “ e “perchè suono con pochissima luce“) nel quale indicava le ragioni principali di questa sua scelta: quella di avere una vita musicale più ricca e variata e quella di sottrarsi ad un epoca visiva, che era per lui quanto di più funesto ci fosse per la musica.

Concerti per i quali preferì suonare sul pianoforte che la Yamaha gli aveva messo a disposizione assieme al tecnico/ accordatore di fiducia, che seguiva le sue tournée assistendo il Maestro assieme ad una piccola squadra di straordinaria dedizione, che comprendeva Milena Borromeo, la sua segretaria personale, e l’autista a cui Richter si affidava  per gli spostamenti che voleva fare solo in macchina e non in aereo o treno.

Su un pianoforte Yamaha appunto fu eseguita la Suite inglese n. 3 del nostro ascolto di oggi, suite che concludeva un programma monografico dedicato a J.S.Bach e che comprendeva inoltre le suites inglesi n. 1, 4 e 6.

ASCOLTA: Sviatoslav Richter
SEGUI il nostro canale Youtube

Giovedì 11 marzo ore 18:00
Istituto di Cultura Italo-Tedesco

 
presentazione del volume 
Dmitrij Šostakovič. Il grande compositore sovietico

in première su Youtube: VEDI

(https://www.youtube.com/watch?v=h1QBe_zg-qs)
Alessandro Tommasi con Anna Soudakova Roccia
Oreste Bossini Anna Giust


guiderà la conversazione per approfondire la genesi del volume e la crescita dell’attenzione critica verso uno dei più grandi compositori del Novecento. 
Il volume (editore Mudima)
 contiene una vasta raccolta di contributi e saggi originali o tratti dai più importanti studi sul compositore, in alcuni casi in prima traduzione italiana dal russo, oltre ad un vastissimo assortimento fotografico
Che cos’è l’Art Bonus?
È un incentivo fiscale sotto forma di credito di imposta che consente di recuperare
il 65% delle erogazioni liberali effettuate a sostegno della cultura. 

Tutti possono donare con Art Bonus,
sia le persone fisiche che quelle giuridiche
.
DONA CON L’ART BONUS

SOCIETÀ DEL QUARTETTO DI VICENZA
Teatro Comunale di Vicenza

Andrea Buccarella clavicembalo
J.S. Bach Variazioni Goldberg BWV 988

Presentazione di Cesare Galla

CLICCA: per assistere al concerto
“SILENZIO IN SALA A TEMPO DI MUSICA” da gennaio ad aprile 2021
 quattrodici appuntamenti, in altrettanti teatri, sale, chiese o palazzi,
trasmessi in 
streaming sul portale www.comitatoamur.it
 
OGNI DOMENICA MATTINA SU CLASSICA HD, SKY CANALE 136
ed in replica tutta la settimana successiva

Classica HD​, in collaborazione con il Comitato AMUR, ​rende nuovamente fruibili 
tutti i concerti  con una programmazione settimanale​.
Dal 21 febbraio, ogni domenica mattina dalle ore 9:30 ed in replica tutta la settimana successiva, i concerti della Stagione, 
saranno in onda
seguendo la programmazione originale

CLICCA: per la programmazione in streaming
Gli Amici della Musica di Padova fanno parte del Comitato Amur

facebook facebook
Tweet Tweet
AMICI DELLA MUSICA DI PADOVA
Via L. Luzzatti 16/b – 35121 Padova – telefono +39 049 8756763
www.amicimusicapadova.org – info@amicimusicapadova.org
Leggi questa email online | Inoltra ad un amico | Cancella iscrizione

Email Marketing Powered by Mailchimp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.



Copyright © 2021 Cral Araba Fenice - Araba Fenice CRAL Monte dei Paschi di Siena in Padova.